Tutto quello che c'è da sapere sul diabete e sul dolore cronico

Last Updated at:

Il trattamento del dolore può essere un fattore chiave per aiutare a tenere sotto controllo il diabete. In effetti, il dolore cronico perseguita molte persone con diabete, rendendo più difficile per loro gestire la propria condizione attraverso l'esercizio, un'alimentazione sana e i farmaci e, in particolare, il peso di vivere nel dolore potrebbe distrarre i pazienti diabetici dal fare ciò che è necessario per il loro salute.

Quasi 1.000 pazienti diabetici hanno partecipato a uno studio e, su una scala da 1 a 5, i partecipanti hanno valutato quanto fosse difficile per loro assumere farmaci per il diabete, fare esercizio regolarmente, seguire il piano alimentare raccomandato, controllare il livello di zucchero nel sangue e esamina i loro piedi per ferite e piaghe. Oltre a questi parametri di riferimento per l'auto-cura del diabete, i ricercatori hanno anche esaminato la depressione e chiesto ai partecipanti di valutare la loro salute generale.

Circa il 60% dei partecipanti ha riportato dolore cronico, che è stato descritto come dolore presente per la maggior parte del tempo per sei o più mesi durante l'ultimo anno. La schiena, l'anca e il ginocchio sono stati più comunemente colpiti. In media, i pazienti hanno affermato che il dolore ha interrotto la loro vita quotidiana per 18 degli ultimi 28 giorni e che gli antidolorifici sono stati assunti regolarmente o occasionalmente dal 78% dei partecipanti. Quelli con dolore cronico tendevano a essere più giovani, più in sovrappeso, donne e consumatori di insulina.

Inoltre, il dolore cronico era spesso accompagnato da depressione. Quasi la metà dei partecipanti con dolore cronico ha mostrato segni di depressione. Al contrario, solo il 20% dei partecipanti senza dolore cronico presentava sintomi di depressione.

Anche dopo aver preso in considerazione la depressione e altri fattori, il legame tra dolore e cura di sé è rimasto. L'assunzione di antidolorifici ha aiutato, ma non abbastanza per eguagliare il livello di cura di sé visto nei partecipanti indolori. Anche le valutazioni generali sulla salute erano inferiori per i partecipanti al dolore cronico. Più della metà ha dichiarato di essere in buona o cattiva salute, rispetto a circa un terzo di quelli senza dolore cronico.

Quasi un terzo dei partecipanti con dolore cronico ha affermato che il loro dolore è stato grave o molto grave durante le ultime quattro settimane. Hanno svolto un lavoro significativamente peggiore nella gestione del diabete rispetto a quelli con dolore lieve o moderato. Ad esempio, i partecipanti con grave dolore cronico hanno avuto difficoltà ad assumere i loro farmaci per il diabete, il che non era un problema per le persone con dolore più lieve. L'esercizio è stato anche più difficile con un forte dolore.

Trattamenti alternativi per il dolore ai nervi del diabete

Dolore al nervo diabetico

Alcune persone con diabete e dolore ai nervi trovano sollievo in modi sorprendentemente semplici. A volte un bel bagno caldo (ma non bollente) è sufficiente per alleviare lo stress e il dolore ai nervi. Anche un massaggio può aiutare. Altre persone si rivolgono al biofeedback, alla meditazione, alle tecniche di rilassamento o all'ipnosi, che hanno tutti dimostrato di aiutare. "Questi metodi di medicina alternativa hanno mostrato enormi promesse", afferma Tom Elasy, MD, direttore della Diabetes Clinic presso la Vanderbilt University di Nashville. "Ho molti pazienti che hanno perseguito approcci alternativi e ricevo feedback molto positivi sui risultati."

È possibile, attraverso il biofeedback, allenare il corpo a ridurre la gravità del dolore ai nervi del diabete. Ciò comporta il controllo consapevole di una funzione corporea che è normalmente regolata dal corpo, come la temperatura della pelle, la frequenza cardiaca o la pressione sanguigna. Può sembrare fantascienza, ma le prove dei benefici del biofeedback sono piuttosto buone ed è stato utilizzato per aiutare a controllare il dolore dell'emicrania, le convulsioni, l'ipertensione e altri problemi comuni.

Riguardo al funzionamento di questi sensori, è sufficiente indossare i sensori sulla testa e altrove, in modo che permettano di "sentire" o "vedere" alcune funzioni corporee come il polso, la digestione, la temperatura corporea e i muscoli tensione. Le linee ondulate e/o i segnali acustici sui monitor collegati riflettono ciò che sta accadendo all'interno del tuo corpo. Quindi impari a controllare quei segnali acustici e scarabocchi. Dopo alcune sessioni, la tua mente ha addestrato il tuo sistema biologico ad apprendere le abilità. Non è difficile da padroneggiare, dicono gli esperti.

La meditazione è anche una terapia offerta in molti centri di trattamento del dolore per il diabete e altri disturbi dolorosi. La ricerca mostra che la meditazione può abbassare la pressione sanguigna e migliorare la frequenza cardiaca, la respirazione e le onde cerebrali, mentre il corpo riceve un messaggio tranquillo per rilassarsi. Il potere calmante della ripetizione è al centro della meditazione; concentrarsi sul respiro, ignorare i pensieri e ripetere una parola o una frase, un mantra, fa rilassare il corpo. Le persone descrivono la sensazione di calore, calma e persino un senso di pesantezza durante la meditazione. Puoi imparare la meditazione da solo, ma è utile seguire una lezione. Un insegnante può guidarti e aiutarti a raggiungere quello stato più profondo e rilassato.

Lo stress può peggiorare il dolore neuropatico, quindi è importante imparare a rilassarsi. Il tuo schema di respirazione èspesso influenzato da cambiamenti nelle emozioni. Ecco perché la gestione della respirazione è uno strumento importante per il rilassamento. Acquisendo familiarità con i tuoi schemi respiratori, puoi anche imparare a controllare la respirazione, il livello di stress e il dolore. Per prima cosa, trova una posizione tranquilla, una posizione corporea comoda e un buon umore. Cerca di bloccare pensieri e preoccupazioni che ti distraggono.

 

Conseguenze psicologiche del dolore cronico

Conseguenze psicologiche del dolore cronico

Quando vivi con dolore ai nervi causato da neuropatia periferica causata dal diabete, a volte è normale sentirsi giù. Probabilmente affronterai paura, rabbia, negazione, delusione, senso di colpa o solitudine. Ma c'è spazio per la speranza perché il giusto trattamento e i cambiamenti nello stile di vita possono darti sollievo.

Il medico può prescrivere farmaci che curano la depressione. Questi farmaci possono svolgere un duplice compito, alleviando il dolore fisico e i suoi effetti emotivi. Tuttavia, parla con i tuoi medici del diabete prima di assumere questo tipo di farmaci. Alcuni di questi farmaci possono causare aumento di peso, il che potrebbe rendere più difficile il controllo della glicemia.

Considera anche di provare la psicoterapia se ti viene diagnosticata la depressione. Parlare con un terapeuta ti permetterà di risolvere problemi o eventi della tua vita che potrebbero aver portato alla depressione. Questo può aiutarti a risolvere i problemi, ritrovare un senso di controllo sulla tua vita e aiutarti a goderne di nuovo.

Author: ZhuMengying

Note: All information on Sinocare blog articles is for educational purposes only. For specific medical advice, diagnoses, and treatment, consult your doctor.


Older Post Newer Post

lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati